Catechesi - Parrocchia Mater Ecclesiae

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Pastorale > Catechesi
La Catechesi
"La chiesa locale fa catechesi principalmente per  quello che essa è, in progressiva, anche se imperfetta coerenza, con  quello che dice".
(Conferenza Episcopale Italiana, Il Rinnovamento della Catechesi, n. 145)
Il catechismo, dal greco katechéo "istruisco  oralmente", è un sommario o esposizione didattica di una dottrina, esteso linguisticamente a ideologia, politica e religione.
Il termine viene utilizzato tradizionalmente nell'insegnamento religioso cristiano a partire dal Nuovo Testamento.
La catechesi è una forma elementare di istruzione  religiosa, tipicamente orale, e tradizionalmente sotto la guida di un  genitore, pastore o prete, insegnante di religione, o altra persona che  occupa una funzione nell'ambito della comunità cristiana (incluso il  diacono, o religioso) che pone una serie di domande e guida gli studenti  (o discepoli) verso la comprensione della risposta data.


Il catechista è un operatore pastorale che fa da guida a un  itinerario di formazione cristiana, organico e progressivo, nella  comunità a cui appartiene e in nome di questa.
Il catechista è un  portavoce della comunità ecclesiale, in quanto riconosciuto da questa,  quale chiamato al servizio della Parola, e da questa mandato a svolgere  il suo ministero.
Il catechista è un educatore, cioè ha il compito di aiutare i destinatari a crescere nella fede.
Il catechista è un testimone, cioè è chiamato ad essere un segno nella comunità, vivendo pienamente il messaggio che annuncia.
Il  catechista non può più essere una figura isolata, ma deve essere parte  viva di una comunità che lo forma e lo manda, e per questo è stato  costituito il gruppo catechisti.
Il gruppo può aiutare tutti a  valorizzare le doti e le qualità di ciascuno con uno spirito di squadra:  ognuno fa del suo meglio per il risultato comune.
Catechesi per Adulti
La preparazione al Matrimonio:
Il corso per i fidanzati inizia a gennaio e termina a marzo, si svolge di venerdì
Oltre ai valori religiosi, il matrimonio, come fondamento  della famiglia, riversa sulla società abbondanti beni e valori che  rinsaldano la solidarietà, il rispetto, la giustizia e il perdono nei  rapporti personali e collettivi. A sua volta la famiglia, fondata sul  matrimonio, attende dalla società di essere riconosciuta nella sua  identità e accettata nella sua soggettività sociale, e diventare così   cuore della civiltà dell'amore.
Catechesi Battesimale
La catechesi Battesimale:

Il battesimo è il sacramento di ingresso nelle Chiese Cristiane.
Le  parole "battesimo", "battezzare" derivano dal greco, dove la radice  corrispondente indica "immergere nell'acqua"; in effetti il battesimo  simboleggia il seppellimento dell'uomo "vecchio" e la rinascita  dell'uomo nuovo.

Nel caso del battesimo dei bambini, i candidati designano o  ricevono la designazione di uno o due padrini (o madrine): questi hanno  la funzione di accompagnare i primi passi del nuovo battezzato, e  soprattutto per i bambini piccoli di aiutare i genitori nell'educazione  cristiana del battezzato.

I Battesimi vengono celebrati ogni settimana
Catechesi Elementari e Medie
La catechesi Elementare:

Vari percorsi per i bambini delle scuole elementari (5-10 anni), e per i ragazzi delle scuole medie (11-13 anni)
I Sacramenti
Sant'Agostino, da di essi una bellissima definizione dicendo: "sono segni esterni e visibili di una grazia interiore e spirituale".
Il  loro ruolo nella vita del cristiano è centrale perchè in essi si  manifesta nella sua totalità il Mistero di Cristo. Nel sacramento  infatti il contatto con il mistero di Cristo reale e profondo, è così  unico che nessun’altra forma può eguagliarne la misura e l’intensità. i  Sacramenti sono segni efficaci di salvezza, poichè attraverso di essi  agisce Cristo stesso Sono efficaci perché in essi agisce Cristo stesso: è  lui che battezza, è lui che opera nei suoi sacramenti per comunicare la  grazia che il sacramento significa. Il Padre esaudisce sempre la  preghiera della Chiesa di suo Figlio, la quale, nell'epiclesi di ciascun  sacramento, esprime la propria fede nella potenza dello Spirito. Come  il fuoco trasforma in sé tutto ciò che tocca, così lo Spirito Santo  trasforma in vita divina ciò che è sottomesso alla sua potenza.



Il Catechismo della Chiesa Cattolica afferma:

Tutta la vita liturgica della Chiesa gravita attorno al sacrificio eucaristico e ai sacramenti.
Nella Chiesa vi sono sette sacramenti: il Battesimo, la Confermazione o Crismazione, l'Eucaristia, la Penitenza, l'Unzione degli infermi, l'Ordine, il Matrimonio.

I sacramenti sono segni efficaci della grazia, istituiti  da Cristo e affidati alla Chiesa, attraverso i quali ci viene elargita  la vita divina. I riti visibili con i quali i sacramenti sono celebrati  significano e realizzano le grazie proprie di ciascun sacramento. Essi  portano frutto in coloro che li ricevono con le disposizioni richieste.

Se ogni parte della dottrina cristiana richiede nel  parroco sapere e diligenza, la dottrina dei sacramenti, necessaria per  volere di Dio e fecondissima di bene, suppone in lui una capacità e uno  zelo speciale, affinché i fedeli meditandola con cura e frequenza  vengano preparati a ricevere in maniera degna e salutare misteri così  eccelsi e sacrosanti.

Alla materia e alla forma si aggiungono le cerimonie che,  salvo il caso di necessità, non possono omettersi senza peccato, ma che,  pur omesse, non distruggono il valore del sacramento, poiché non  appartengono all'essenza di esso. Giustamente fin dai primi tempi della  Chiesa si è sempre usato di amministrare i sacramenti con solenni  cerimonie. Anzitutto perché è sommamente conveniente tributare ai sacri  misteri un tale culto religioso, affinché da santi trattassimo le cose  sante. In secondo luogo gli effetti del sacramento sono meglio chiariti  dalle cerimonie, che quasi ce li pongono sotto gli occhi e imprimono più  altamente la loro santità nell'animo dei fedeli. Infine le cerimonie  elevano la mente di chi le guarda e le osserva con diligenza al pensiero  delle cose celesti ed eccitano in lui la fede e la carità. Perciò  bisogna adoperare grande cura e diligenza, affinché i fedeli conoscano a  fondo il valore delle cerimonie proprie di ciascun sacramento.

Nel Simbolo della fede, la Chiesa confessa il Mistero  della Santa Trinità e il suo "benevolo disegno" su tutta la creazione:  il Padre compie il "Mistero della sua volontà" donando il suo Figlio  diletto e il suo Santo Spirito per la salvezza del mondo e per la gloria  del suo Nome. Questo è il Mistero di Cristo, rivelato e realizzato  nella storia secondo un piano, una "disposizione" sapientemente ordinata  che san Paolo chiama "l'Economia del Mistero", e che la tradizione  patristica chiamerà "l'Economia del Verbo incarnato" o "l'Economia della  salvezza".
Quest'opera della Redenzione umana e della perfetta  glorificazione di Dio, che ha il suo preludio nelle mirabili gesta  divine operate nel popolo dell'Antico Testamento, è stata compiuta da  Cristo Signore, specialmente per mezzo del Mistero pasquale della sua  beata Passione, Risurrezione da morte e gloriosa Ascensione, Mistero col  quale "morendo ha distrutto la nostra morte e risorgendo ci ha ridonato  la vita". Infatti dal costato di Cristo dormiente sulla croce è  scaturito il mirabile sacramento di tutta la Chiesa". Per questo, nella  Liturgia, la Chiesa celebra principalmente il Mistero pasquale per mezzo  del quale Cristo ha compiuto l'opera della nostra salvezza.
Questo Mistero di Cristo la Chiesa annunzia e celebra nella  sua Liturgia, affinché i fedeli ne vivano e ne rendano testimonianza nel  mondo:
La Liturgia, infatti, mediante la quale, massimamente nel  divino sacrificio dell'Eucaristia, "si attua l'opera della nostra  Redenzione", contribuisce in sommo grado a che i fedeli esprimano nella  loro vita e manifestino agli altri il Mistero di Cristo e la genuina  natura della vera Chiesa.

"La Liturgia è il culmine verso cui tende l'azione della  Chiesa e, insieme, la fonte da cui promana tutta la sua virtù" [Conc.  Ecum. Vat. II, Sacrosanctum concilium, 10]. Essa è quindi il luogo  privilegiato della catechesi del Popolo di Dio. "La catechesi è  intrinsecamente collegata con tutta l'azione liturgica e sacramentale,  perché è nei sacramenti, e soprattutto nell'Eucaristia, che Gesù Cristo  agisce in pienezza per la trasformazione degli uomini" [Giovanni Paolo  II, Esort. ap. Catechesi tradendae, 23].


Catechesi Ragazzi
I ragazzi della 2°-3°-4° classe elementare seguiranno i corsi di catechismo dalle ore 10.30 alle ore 11.30
I ragazzi dell 5° classe elementare e della 1° media dalle 9.30 alle 10.30
Tutti i corsi di catechismo si tengono la Domenica
Corsi per Fidanzati
I corsi di preparazione al Matrimonio si tengono nei mesi di Gennaio,Febbraio e Marzo dalle 20.00 alle 21.00
Catechesi Battesimale
La preparazione al Sacramento del Battesimo si svolge con un semplice incontro preparativo, dove si illustrano le modalità di svolgimento del Battesimo
 
Copyright 2017. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu